FIRMA CONTRO L’USO DEL GLIFOSATO

stopglyphosateCon il passare del tempo le notizie angoscianti sulla diffusione e sull’effetto del GLIFOSATO si moltiplicano.
Ci sono ormai molte organizzazioni, molte associazioni, che cercano di contrastare il costante aumento dell’uso di pesticidi, promuovendo un’agricoltura biologica e cercando di far pressione sui governi e sul parlamento europeo affinché con leggi adeguate, quelli più nocivi tipo il GLIFOSATO, vengano rimossi dal mercato.
SERVE LA PARTECIPAZIONE DELLA POPOLAZIONE !!!
stopgifosato_logo_211x211-120x120L’unico modo per fermare il busines dei veleni è far capire ai politici che la popolazione è pronta a mobilitarsi.
Iniziamo da una cosa semplice, firmiamo la petizione ICE (iniziativa Cittadini Europei)

Clicca e firma

E se hai voglia di fare di più dai un’occhiata a questa pagina!

Perchè è importante firmare contro l’uso del glifosato ?
“Sapevi che una sostanza chimica velenosa, potenzialmente cancerogena, potrebbe essere presente nel tuo corpo? [1, 2] Questo è possibile perché il nostro cibo viene spruzzato con questa sostanza. Infatti, gli scienziati hanno trovato tracce di glifosato, una pericolosa sostanza chimica, nelle urine di quasi una persona su due. [3]

Il glifosato è un pesticida comune impiegato su tutto, dal cibo ai giardini. L’Organizzazione mondiale della sanità lo ha etichettato come “probabilmente cancerogeno”. È anche molto pericoloso per la vita delle piante e degli animali. Per farla breve, è un pesticida piuttosto dannoso.

Nell’estate del 2016, dopo una lunga campagna condotta da centinaia di migliaia di europei, la Commissione europea non è stata in grado di rinnovare la licenza del glifosato per 10 anni, ma invece ha dovuto stabilire un breve rinnovo di 18 mesi. Questo è un enorme successo raggiunto malgrado l’intensa pressione esercitata dall’industria chimica. Ma i grandi produttori di erbicidi come Monsanto stanno ancora facendo pressione per proteggere i loro profitti. Con i loro grossi capitali hanno pagato per “studi” ed opinioni di “esperti” per mostrare che il prodotto è sicuro.

Sembra ovvio che un veleno cancerogeno non dovrebbe essere spruzzato sulle nostre fattorie, campagne e nelle nostre vicinanze. Ora abbiamo l’opportunità di far sentire la nostra voce mediante una Iniziativa dei cittadini europei: una via legale che significa che la Commissione europea è tenuta ad ascoltarci se raccogliamo un milione di firme quest’anno.

Sappiamo ciò che l’uso costante del glifosato significherebbe per noi, le persone d’Europa: persone malate, animali morti, erba bruciata, foglie marroni, e una perdita di biodiversità. L’anno scorso, siamo stati in grado di arrestare i piani di Monsanto in un modo in cui non si aspettavano. Ma non è ancora finita, e nel 2017 lotteranno duramente per estendere l’attuale approvazione a breve termine del glifosato a 15 anni. Che è il motivo per cui noi lotteremo ancora più duramente per fermarli.

Agisci ora: firma la nostra Iniziativa dei cittadini contro il veleno cancerogeno di Monsanto.”

Chi vuole privatizzare l'acqua deve dimostrare di essere anche il padrone delle nuvole, della pioggia, dei ghiacciai, degli arcobaleni … "Erri De Luca"