Archivi tag: Depurazione

Paghino l’A.I.T. e i gestori!

Logo forum toscano acqua

COMUNICATO STAMPA

Depurazione idrica

PER GLI ERRORI COMMESSI PAGHINO L’A.I.T. E I GESTORI

La sentenza della Corte Costituzionale n° 335/2008 decretò l’illegittimità del carico in tariffa della quota per la depurazione, nei casi di inattività o di completa assenza degli impianti specifici, con conseguente obbligo dei gestori di rimborsare quanto addebitato e non dovuto.

Risultati immagini per rimborso depurazioneMa per arginare una restituzione di massa, nel 2009 intervenne la legge 13 che nell’art. 8 sexies autorizzava l’addebito anche alle utenze non collegate ai depuratori, a decorrere dall’avvio delle procedure di affidamento delle opere di progettazione o di completamento di quelle necessarie alla attivazione del servizio. Pur facendo obbligo al gestore di osservare i tempi di realizzazione previsti dai Piani d’Ambito, oltre che di informare periodicamente gli utenti sullo stato dei lavori, dandone indicazione all’interno della bolletta.

Comunque sia, Il decreto attuativo varato nel settembre 2009, all’art. 7, ha sancito che per gli aventi diritto al rimborso della depurazione, la restituzione doveva avvenire entro il termine di cinque anni dalla data del 1° ottobre 2009. Arrivati così al 2014, a seguito di molteplici segnalazioni dei Comitati dell’Acqua, si viene a scoprire che molti cittadini avevano proseguito a pagare la quota di depurazione anche dopo la sentenza 335/08 della Corte Costituzionale, pur continuando a non usufruire di tale servizio. Risultati immagini per autorità idrica toscanaTanto che l’Autorità Idrica Toscana, nel caso di Publiacqua, il gestore toscano più grande, si decide a chiedere un aggiornamento degli archivi: le famiglie in tale situazione ammontano a 40.000 circa.

E l’A.I.T. cosa fa? Invece di sanzionare Publiacqua (come la maggior parte delle altre aziende idriche toscane), costringe tutti gli utenti “depurati” a pagare in tariffa i rimborsi dovuti ai “non depurati”, dai quali si è riscossa una tariffa illegittima. Ma non contenta sostiene, ovviamente in accordo con i gestori, una retroattività quinquennale della restituzione. Eppure, più volte e con insistenza, il Forum Toscano aveva fatto presente che la giurisprudenza sosteneva un rimborso retroattivo di 10 anni e non di 5.

Oggi, fine 2017, le sentenze di Arezzo e di Pistoia ci danno ragione, come era logico che fosse. Da segnalare poi che a molti degli utenti di Publiacqua, a cui si è fatto pagare una quota di tariffa non dovuta, i rimborsi per il periodo 2009/2014 non sono ancora arrivati perché l’Autorità Idrica ha dato tempo ai gestori per la restituzione, fino al 2018. Risultati immagini per rimborso depurazioneCosì i cittadini che pure hanno da recuperare ingenti somme sono nel frattempo costretti a pagare tutte le fatture che arrivano, sotto la minaccia di distacco dal servizio.

In uno Stato di diritto gli errori dovrebbero essere pagati da chi li ha commessi e prima possibile. E l’Autorità Pubblica in primis dovrebbe rendere conto della sua collusione con gli interessi dei gestori, quando per favorirli non pretende una corretta e giusta applicazione della legge. Servirebbe quindi che innanzitutto i Sindaci facessero il loro dovere. Ma qui casca l’asino ed emergono allora i mali, quando non la malafede, nel sistema di gestione idrica della nostra regione.

Come Forum Toscano non ci fermiamo qui e la battaglia per una gestione dell’acqua, democratica e partecipata, sarà portata avanti fino alla vittoria.

Risultati immagini per forum toscano movimenti acqua

L’Ottimo servizio di denuncia di Rai3 e la dichiarazione di intenti di Utilitalia (Associazione delle imprese idriche)

Nel servizio di Presa Diretta si rende chiaro quali siano i rischi concreti della privatizzazione: in Sicilia, purtroppo, in alcuni casi rai-3-la-battaglia-dellacquasono state date in concessione (una sorta di privatizzazione) le fonti dell’acqua, quindi il privato vende l’acqua ad un altro privato che la distribuisce… Vengono i brividi! L’acqua è vita! Così con bollette belle salate gli utenti riescono ad avere l’acqua alcuni giorni alla settimana per alcune ore al giorno.  E’ Italia! Succede ora!

Clicca qui per vedere il servizio di Alessandro Macina – La battaglia dell’Acqua – Rai 3 – Presa Diretta, di gennaio 2017

Parallelamente è stato pubblicato il Blue Book, uno studio fatto da Utilitalia (Associazione delle imprese idriche energetiche e ambientali) che fa il quadro

Continua la lettura di L’Ottimo servizio di denuncia di Rai3 e la dichiarazione di intenti di Utilitalia (Associazione delle imprese idriche)

Lettera ai Sindaci per Assemblea AIT 16/02

Comunicato Stampa

 

Egregi Sindaci,
nell’Assemblea di AIT del 17/02/16, siete chiamati ad esprimervi e votare il Piano di Ambito Regionale del Servizio Idrico Integrato, per la sua Valutazione Ambientale Strategica (VAS).
Intanto, una prima considerazione d’ordine politico: il Piano unico toscano si inscrive e rafforza la generale tendenza del Paese ad accentrare gestioni di ogni genere, e quindi poteri. Nel caso specifico, in una sola azienda idrica: Publiacqua spa, o meglio ancora ACEA, socio privato della stessa? Dietro il paravento di ostentati propositi, quali maggiori garanzie della qualità dei servizi, più adeguata pianificazione degli investimenti, puntuali e accurati controlli, vediamo celarsi il solito e reiterato sostegno di AIT alle società dell’acqua, anzi al gestore unico regionale, interessato esclusivamente al profitto.
Perché va detto, al di là delle strumentali dichiarazioni del Direttore di AIT, il “modello toscano” (aziende pubblico/private) ha fallito. Ha fallito nei fatti, e lo dimostrano

Continua la lettura di Lettera ai Sindaci per Assemblea AIT 16/02

Regione e AIT favoriscono i gestori dell’acqua che inquinano e speculano. Solo i cittadini pagano e pagano sempre di più !

 Comunicato stampa del Forum Toscano dei Movimenti per l’Acqua.

I gestori dell’acqua autorizzati ad inquinare i fiumi, i laghi e i mari.Logo forum toscano acqua

Come preannunciato, martedì 19/01/16, il Consiglio Regionale ha approvato un provvedimento indecente, grazie alla maggioranza PD: i gestori dell’acqua hanno ricevuto l’ennesimo regalo poichè sono autorizzati a perpetrare la pratica degli scarichi, anche molto inquinanti, in fiumi, laghi, mare; oltre ad usufruire di una proroga di 6 anni (fino al 2021), per concludere i previsti interventi di depurazione.

Dietro la dichiarata volontà di garantire la sicurezza ambientale e la salute dei cittadini, si cela

Continua la lettura di Regione e AIT favoriscono i gestori dell’acqua che inquinano e speculano. Solo i cittadini pagano e pagano sempre di più !

Comunicato Stampa – Nuove deroghe permetteranno ai gestori idrici di continuare ad inquinare

Regalo ai gestori idrici che inquinano Logo forum toscano acqua1
e aumenti in bolletta per i cittadini
Quando la legge non è uguale per tutti

Se un cittadino qualunque scarica i propri reflui fognari senza alcuna autorizzazione rischia sanzioni penali e amministrative. Non i gestori! Nonostante che solo una parte dei 4500 scarichi esistenti in Toscana confluisca in un depuratore, e solo un’altra parte esigua abbia le necessarie autorizzazioni. Dunque, la Regione Toscana permette da anni questo scempio: inquinare impunemente fiumi, laghi, mare. Scarico acque nere
E ora, con un incredibile colpo di spugna e una rapida quanto indecente decisione,

Continua la lettura di Comunicato Stampa – Nuove deroghe permetteranno ai gestori idrici di continuare ad inquinare

Sabato 14-11 il Forum Toscano in Assemblea Pubblica a Rosignano

“ACQUA CARA E PIENA DI AMIANTO”

A Rosignano sabato scorso in una assemblea pubblica presieduta dal Forum Toscano deiArticolo Il Tirreno su riunione forum acqua Rosignano Movimenti per l’Acqua si sono evidenziati e discussi i numerosi deficit che qualificano l’attuale gestione del servizio idrico toscano e in particolare della costa livornese.

Segnaliamo un articolo de Il Tirreno

che si può leggere cliccando Questo Link